A Valencia per un congresso: lavoro e visita alla città

Feria Valencia
11, Aug 2017

Mi sono ritrovato a Valencia per frequentare un congresso alla Féria, la quale - per l'occasione - è stata punto di incontro per oltre 4000 giovani proveniente da tutta Europa.

Pernottamento a Valencia

Essendo una persona previdente, nei mesi precedenti ho cercato informazioni sui trasporti, ho prenotato un appartamento con Airbnb, ho valutato quale fosse la metro migliore per poi visitare la città, e ho raccolto tutte quelle informazioni necessarie per vivere al meglio l’esperienza valenciana.

Ferie Valencia

L’appartamento che abbiamo prenotato si trova a Burjassot, nella periferia della città. E’ un quartiere di studenti, e solitamente durante l’anno queste stanze sono abitate da studenti: naturalmente questo si nota nell’arredamento e nella conformazione dell’appartamento: 3 stanze singole e una matrimoniale, con soggiorno, due bagni e cucina in comune.

Non ci lasciamo scoraggiare dall’aspetto, soprattuto perché il proprietario è una persona gentilissima e carinissima, che si rende disponibile per qualsiasi problematica.

La nostra esperienza in città

In 5 giorni abbiamo avuto la possibilità di visitare la città, le lunghe ma non affollate spiagge, i monumenti e di assaggiare i cibi locali.
Ad ogni angolo si poteva trovare un qualcosa di “instagrammabile”: dalla Cattedrale nel centro della città, ai murales della periferia, dalle spiagge lunghe e larghe, ai ristoranti con le loro paellas e l’horchata!

La zona centrale della città è davvero molto ricca, piena di chiese, torri, ristoranti, monumenti, tutti da visitare e ammirare.

Torres de Serrans

Salendo sulla Torres de Serranos si può ammirare la città da un punto di vista più elevato, e per studenti l’entrata costa solo 1€. La Torres de Serranos, insieme alla Torres de Quart, delimitano uno dei quartieri più belli e folcloristici della città, il Barrio del Carmen. E’ qui che la città prende vita, con tutti i suoi locali, le sue bancarelle, gli artisti di strada, e tantissime altre opportunità.

Si respira un’aria diversa nei Giardini del Turia, polmone verde di Valencia, creati sul letto del torrente Turia, che ora passa da un’altra parte.

Fiore all’occhiello, la Città delle Arti e delle Scienze: le sue forme, i suoi edifici, e la possibilità di scoprire il mondo all’interno delle sue mostre danno un grande slancio alla città, valorizzando una zona che altrimenti potrebbe essere poco considerata.

Oceanografic visita

Non si può non consigliare, tra i vari edifici, quello dell’Oceanografic: visita assolutamente da fare, sia per grandi che per piccoli, tramite la quale si possono vedere e scoprire nuove cose sul mondo marino che per molti di noi è un mistero!

Piccola pecca: tram e metro, per arrivare nella zona dove eravamo situati, concludevano le loro corse intorno alle 23!

Insomma, se avete qualche giorno libero e non volete vendervi un rene, Valencia è un’ottima opportunità

E per i prossimi viaggi, seguitemi!

Instagram: @claudino
Twitter: @claudino
Facebook: Octavian Claudiu Mihai

Lascia un commento:
visitare valencia
Tutto ciò di cui hai bisogno per visitare Valencia: trasporti, dove dormire, luoghi da vedere, bar tradizionali, ristoranti, eventi, quartieri e molto altro.

guida valencia