Il barrio del Carmen

Il quartiere del Carmen di Valencia
06, Dec 2015

Il famoso barrio del Carmen, situato nel cuore del centro storico, è uno dei quartieri più vivi e animati della città; epicentro della vita notturna di Valencia e allo stesso tempo luogo di cultura e arte, con i suoi tanti musei e monumenti storici. Ecco una breve guida con tutto il meglio da vedere.

Una storia millenaria

Come avrete capito dall’incipit del post, il barrio del Carmen si trasforma a seconda dell’orario. Le ore diurne sono le migliori per ammirare lo splendore di questo quartiere dalla storia millenaria, costruito e sviluppatosi tra due antiche muraglie: quella musulmana – del XI secolo – e quella cristiana costruita due secoli dopo.

Il susseguirsi degli anni e delle diverse epoche, si riflettono nella trama urbana del Carmen, ricca di vivaci contrasti architettonici: da centro dell’aristocrazia medievale a sobborgo proletario negli anni della rivoluzione industriale; senza dimenticare il passaggio arabo e gli splendidi conventi della zona.

Proprio da uno di questi edifici religiosi, il convento di Carmen Calzado, ha origine il nome attuale del quartiere.

Cosa vedere nel quartiere

Ancor prima che per il divertimento notturno, il Carmen merita di essere visitato per i suoi tanti luoghi d’interesse culturale, tra cui:

  • Torri di Serrano e Torri di Quart - da lunedì al sabato dalle 9:30 alla 19:00; domenica e festivi fino alle 15:00;
     
  • Centre Cultural La Beneficència - da martedì a domenica dalle 10:00 alle 20:00;
     
  • Galería del Tossal - da martedì a sabato dalle 9:30 alle 14:00; domenica e festivi fino alle 15:00;
     
  • Casa museo del pittore José Benlliure - da martedì a sabato dalle 9:30 alle 14:00; domenica e festivi fino alle 15:00;
     
  • Museo centro del Carmen - da martedì a domenica dalle 11:00 alle 19:00 (inverno); dalle 11:00 alle 14:00 e dalle 17:00 alle 20:00 (giugno – settembre);
     
  • Instituto Valenciano de Arte Moderna - da martedì a domenica dalle 12:00 alle 19:30 (settembre – maggio); dalle 12:00 alle 20:30 (giugno – agosto).

Tutti i musei e i monumenti elencati prevedono un biglietto d’ingresso di 2€. La domenica l’entrata è gratuita. Approfittatene!

Dove mangiare nel barrio del Carmen?

Convento nel barrio del CarmenCon il passare delle ore vi renderete conto come tutto inizi a movimentarsi. Bene, è il momento mettere qualcosa sotto i denti. Dove andare? Allora, se volete fare un aperitivo senza dare fondo al budget della vacanza, qui troverete qualche posto interessante per provare tapas economiche (non tutti nel Carmen).

Altrimenti, spendendo un po’ di più, El Olivo è un altro posto che vi consiglio di provare; lo troverete vicino alle plaza del Carmen. Se poi volete gustarvi la famosa agua de Valencia in un cafè storico, entrate al Sant Jaume; chiaramente i prezzi sono su una fascia medio-alta.

Per un pasto completo, le strade in cui dirigervi sono calle de Dalt, calle Quart e calle Bolseria. Su quest’ultima la taberna Jamon Jamon rappresenta una valida soluzione per provare alcuni piatti tipici della cucina spagnola (ottimo il menù degustazione a 18€). Se volete provare la paella vi consiglio il ristorante Canela, vicinissimo alle Torri di Quart; due menù a disposizione, da 18€ e da 22€.

Per una cucina più sperimentale ma altrettanto buona Io Restaurante; sui 25€ per una cena.

La movida del Carmen

Se siete in cerca di un po’ di movida, non potete perdervi i locali del Carmen, meta di tantissimi giovani, spagnoli e (molti) non. 

Ok, non tutti hanno gli stessi gusti (il sottoscritto ad esempio è abbastanza esigente in materia musicale), ma rinunciare a vivere la vita notturna di questo quartiere sarebbe davvero un peccato. Questo anche in considerazione delle tantissime possibilità a vostra disposizione. Qualche suggerimento? 

Dunque se siete in cerca di locali “commerciali” (spero nessuno si arrabbi per la definizione), vi basterà passeggiare in calle Caballeros e arrivare a plaza del Tossal: nel tragitto vi avranno fermato svariati ragazzi per offrirvi sconti sulle consumazioni. Tra tutti vi consiglio l’Unic e il Cafè Bolseria, disco pub di qualità: a testimoniarlo il prezzo dei drink. Per coloro che vogliano avvantaggiarsi nel pre-serata, suggerisco Casa Matilde: chupiteria economica in pieno Carmen.

Se state cercando qualcosa di più alternativo, la scelta migliore è senza dubbio il Radio City, locale in cui oltre a potervi scatenare fino tarda notte, troverete spesso concerti dal vivo, esposizioni e performance teatrali.

Per gli appassionati di jazz, sempre vicino a plaza del Tossal, vi aspetta il Jimmy Glass Jazz Club, vera e propria istituzione in città. Un consiglio: il club è davvero piccolo quindi cercate di non arrivare a concerto iniziato. Se siete più orientati al rock invece il vostro locale è La Vibora, in calle Quart.

LEGGI ANCHE: Musica dal vivo a Valencia

Come arrivare al barrio del Carmen

Il quartiere del Carmen è estremamente semplice da raggiungere, anche se non è servito direttamente dalla metro: le fermate più vicine sono quelle di Angel Guimera e Xativa. Le linee dell’autobus da prendere sono 5, 28 e 95. Il mio consiglio è di raggiungerlo a piedi una volta che vi troviate in centro.

Un po’ meno facile, a causa dell’intreccio di stradine che lo contraddistinguono, è un orientarsi al suo interno. Un trucco? Tenete sempre a mente che l’area è delimitata a nord dalle Torri di Serrano e dal parco del Turia, a ovest dalle Torri di Quart, a sud dal mercato centrale mentre a est dalla Cattedrale di Valencia. Buon divertimento!

Ti è piaciuto questo articolo? laugh

Lascia un commento:
visitare valencia
Tutto ciò di cui hai bisogno per visitare Valencia: trasporti, dove dormire, luoghi da vedere, bar tradizionali, ristoranti, eventi, quartieri e molto altro.